Don Ciotti (nn è) uno cm tanti

Giacomo Cascio & Vincenzo Bosco

OLA RAGA…gg nel nostro istituto si è svolto l’ultimo incontro, dei quattro previsti, sulla legalità nel nostro territorio, con l’intento anche di risvegliare, o meglio ancora creare, una coscienza e una cultura ANTIMAFIA. Ospite di questo incontro è stato Don Luigi Ciotti, personaggio impegnatissimo nella sua implacabile lotta contro “cosa nostra”, oltre all’onnipresente prefetto De Miro, membro della commissione straordinaria insediatasi a Castellammare in seguito ai fatti che NOI TUTTI ben conosciamo. Moderatore dell’incontro, come nei precedenti appuntamenti, è stato il giornalista Walter Molino, che ha coordinato anche i laboratori pomeridiani, svolti nel nostro istituto, riguardanti il progetto “COSCIENZA e MEMORIA”. (altro…)

maggio 6, 2008. personaggi, scuola. Lascia un commento.

“Memoria e futuro” foto dell’incontro con don Ciotti

 

maggio 6, 2008. Tag: , , , , . eventi, laboratorio, personaggi, scuola. Lascia un commento.

Le nostre impressioni

Oriana & Emanuela

Oggi si è svolto l’ultimo incontro sulla mafia presso l’Istituto Tecnico P.Mattarella di C\Mare, a cui abbiamo partecipato anche noi alunni del Liceo Classico. Questo incontro è stato sicuramente il più importante, senza togliere nulla a quelli precedenti, perchè ci ha permesso di fare la conoscenza di Don Luigi Ciotti, fondatore di Libera. (altro…)

maggio 6, 2008. eventi, scuola. Lascia un commento.

Liberiamo la libertà

Karin & Mimma

Oggi si è svolto l’ ultimo incontro sul tema legalità nell’ aula magna dell’ istituto tecnico Piersanti Mattarella di Castellammare del Golfo. Oltre alla presenza del preside Benedetto Maltese e del Prefetto Antonella De Miro, è stato invitato a prender parte alla conferenza Don Luigi Ciotti, fondatore di “Libera“. (altro…)

maggio 6, 2008. Tag: , . eventi, idee, personaggi, scuola. 1 commento.

Karin Grimaldi

Ciao ragazzi!Mi chiamo Karin,ho 17 anni e anch’io frequento il Liceo Classico di Castellammare. Vivo qui da 4 anni perchè ho vissuto a Trapani fino all età di 13 anni. Sono una persona molto estroversa, adoro comunicare e tenermi informata sulle novità sociali. Lo studio prende gran parte del mio tempo ma mi da anche grandi soddisfazioni. Adoro i miei amici e con loro cerco di trascorrere più tempo possibile. Mi ritengo una ragazza con dei valori alla base fondamentali come la famiglia, l’amicizia, la sincerità e naturalmente l amore. Tra un paio d’anni mi vedo già all Università magari laureata in Scienze Giuridiche pronta a preservare un altro fondamentale tesoro: la legalità perchè non c’è nulla di più bello della trasparenza.

maggio 5, 2008. idee, laboratorio, personaggi. Lascia un commento.

Emanuela Di Maria

Ciao a tutti!Mi chiamo Emanuela, sono nata ad Erice e vivo a C/mare del Golfo. Ho 17 anni e frequento il Liceo Classico F.Vivona. Adoro mangiare tutto ciò che é cioccolato e la pizza, e uscire la sera con i miei amici; purtroppo questo accade solo il sabato perchè durante la settimana studio molto e non ho tempo per me stessa. Mi reputo una ragazza molto solare e sensibile, mi piace far ridere le persone e ridere insieme a loro. Sono anche permalosa e a volte mi arrabbio per stupidaggini, ma so anche riconoscere i miei errori e correggerli. Mi ritengo abbastanza fortunata perchè ho una bella famiglia e un rapporto aperto soprattutto con i miei genitori che mi sanno ascoltare e aiutare. Mi piacerebbe diventare un bravo medico e dedicarmi specialmente ai bambini!Questa sono io!

maggio 5, 2008. laboratorio, personaggi, scuola. Lascia un commento.

Cos’è Libera?

“Libera” contro le mafie è nata il 25 marzo 1995 con l’intento di sollecitare la società civile nella lotta alle mafie e promuovere legalità e giustizia. Attualmente Libera è un coordinamento di oltre 1300 associazioni, gruppi, scuole, territorialmente impegnate per costruire sinergie politico-culturali e organizzative capaci di diffondere la cultura della legalità. La legge sull’uso sociale dei beni confiscati alle mafie, l’educazione alla legalità democratica, l’impegno contro la corruzione, i campi di formazione antimafia, i progetti sul lavoro e lo sviluppo, le attività antiusura, sono alcuni dei concreti impegni di Libera. La prima forte iniziativa è stata la raccolta di un milione di firme per una proposta di legge che prevedesse il riutilizzo sociale dei beni confiscati alle mafie. Il presidente dell’organizzazione è don Luigi Ciotti, già fondatore del Gruppo Abele di Torino. Il presidente onorario è Rita Borsellino, sorella del magistrato Paolo, ucciso dalla mafia.

maggio 5, 2008. società civile. Lascia un commento.

Lavori in corso…

ciao Walter,
siamo Oriana, Pietro, Emanuela e Karin. Volevamo informarti che noi 4 ci siamo riuniti per dividerci i compiti: Oriana ed Emanuela si occuperanno della scheda informativa su Libera, mentre Karin e Pietro della biografia e dell’intervista. Gianluca e Filippo penseranno all’attrezzatura. Per quanto riguarda le domande sarebbe meglio scriverle tutti insieme, quindi cercheremo di riunirci il prima possibile.
Aspettiamo una tua risposta, CIAO!

aprile 30, 2008. idee, laboratorio. 1 commento.

Al lavoro per il 6 maggio…

Walter Molino

Come sapete il prossimo 6 maggio si concluderà il percorso formativo su antimafia e informazione on line. La conferenza del mattino vedrà protagonista don Luigi Ciotti, fondatore della rete di associazioni Libera. Nel laboratorio del 18 aprile abbiamo concordato la realizzazione di un video sulla conferenza e un’intervista a don Luigi, che da anni si batte per coltivare la memoria e perchè le istituzioni, la società civile e l’informazione non abbassino mai la guardia nella lotta contro tutte le mafie. Per prepararci all’incontro del 6 maggio, e alla realizzazione dell’intervista, dobbiamo fare un pò di lavoro qui sul blog. Di seguito un elenco di cose da fare e degli strumenti necessari, per cui vi chiediamo di avanzare la vostra candidatura e di offrire la vostra disponibilità (chi fa cosa). (altro…)

aprile 22, 2008. Tag: , , , , , , . eventi, laboratorio, personaggi. 3 commenti.

“La camorra ci protegge”. Perchè?

“La camorra ci protegge, e se qualcuno vuole farci male i clan ci difendono”. Inizia così il tema di una ragazzina di 13 anni, alunna di una scuola media napoletana. Qui c’è l’articolo completo tratto dal sito Corriere. it. Vi inviterei a leggerlo e a dire apertamente cosa ne pensate. Non tanto che si tratta di una cosa brutta, triste e le solite banalità che sentiremo dire a commento di questo episodio dai soliti noti. Piuttosto chiediamoci come e perchè questa bambina di 13 anni può avere maturato un’idea del genere. Voi che ne pensate?

aprile 21, 2008. Tag: , , , . idee, scuola. 4 commenti.

Pagina successiva »