A lezione di legalità

Emanuela e Karin

Oggi 18/04/08 si è svolto, all’ interno dei locali dell’ Istituto Tecnico Commerciale “P. Mattarella”, il terzo incontro sul progetto di promozione della legalità promosso dalla Commissione prefettizia, guidata da Antonella De Miro dopo lo scioglimento del consiglio comunale per infiltrazioni mafiose nel marzo 2006. Alla conferenza sono intervenuti il Pubblico Ministero Roberto Piscitello, il Prefetto De Miro e il giornalista Bellavia. Sono state fatte considerazioni sull’ organizzazione di Cosa Nostra e i suoi rappresentanti. Come è accaduto per l’ incontro precedente, è stata data la possibilità agli studenti di esprimere la propria opinione sull’ argomento: si è evinto un interesse inaspettato per un problema sociale apparentemente lontano dai nostri interessi. Facendo un confronto con l’ esperienza precedente, possiamo dire che quest’ ultima ha riscosso un interesse maggiore, probabilmente per il modo adottato di affrontare e analizzare in profondità la questione. In ogni caso, non viene messa in discussione l’ importanza dell’ incontro di stamattina perchè si tratta di un’ iniziativa preziosa e fondamentale al fine di scuotere le coscienze di ciascuno.

aprile 18, 2008. eventi, scuola.

One Comment

  1. walter replied:

    Anche per voi qualche nota di dettaglio sul post.
    Cominciamo dalla data: il formato giusto è 18 aprile 2008, non 18/04/08: il blog è uno strumento di espressione molto amichevole, non un documento burocratico:-)
    Non solo, ma a parte il fatto che ogni post automaticamente viene pubblicato con la data – quindi non c’è bisogno di scriverla anche nel testo – quando si scrive un post è meglio essere un pò più sciolti nell’esposizione, sennò cadiamo nell’effetto “verbale” (insomma, come leggersi un verbale dei carabinieri, molto formale e burocratico).

    Altra cosa: quando citiamo una persona è buona regola scriverne nome e cognome, e di Bellavia si deve scrivere anche il giornale per cui lavora (“la Repubblica” ).
    E se non sappiamo il nome di battesimo? Niente paura: basta andare su Google e cercare parole chiave come “bellavia” + “giornalista” + “palermo” + mafia” (non necessariamente tutte, anche le prime due) e vedrete che verranno fuori varie pagine web che indicano nome e cognome del nostro. Proviamo a fare lo stesso esercizio con il prefetto De Miro? A voi la scelta delle parole chiave da cercare…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Trackback URI

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: